Ultima modifica: 25 luglio 2015
LIMparo > A scuola con la LIM

A scuola con la LIM

La LIM rappresenta uno strumento validissimo nelle mani delle insegnanti e, anche se qualcuno lo considera come una tecnologia troppo “pesante” che ha ingombrato le classi spaventando alcuni docenti, rimane un mezzo efficace per coinvolgere gli alunni e renderli compartecipi del loro processo educativo.

Girando tante scuole per la formazione, ho incontrato moltissimi docenti interessati e desiderosi di scoprire l’efficacia della LIM e ad oggi, nonostante sia passato qualche anno dagli investimenti del MIUR nelle scuole, sono ancora tanti quelli che richiedono  una formazione mirata ad un utilizzo consapevole dello strumento.

Generalmente gli insegnanti meno esperti si avvicinano allo strumento con timore di combinare qualche “pasticcio”, ma da subito si rendono conto che una volta “provata” non si riesce più a tornare indietro. Si comincia con timidi tentativi, usandola all’inizio poco più di un maxi schermo, ma via via ci si lascia coinvolgere, grazie alla quantità di materiale reperibile in rete facilmente fruibile e immediatamente riutilizzabile.

Nelle pagine del mio sito il tentativo è di dare qualche consiglio utile e materiale pronto per essere riutilizzato. Oggi le LIM hanno invaso tutte le scuole e molto spesso sono provenienti da case costruttrici diverse. Anche questo rappresenta uno scoglio, perché richiede al docente di conoscere più software e adattare le lezioni in base alla LIM utilizzata. In parte questi limit sono stati risolti grazie alla possibilità di salvare i propri lavori con il formato iwb leggibile dalla maggior parte di software LIM di ultima generazione. A ciò si aggiungono software opensource, Open Sankorè ne è un esempio, che permettono di realizzare lezioni che possono essere caricate su qualunque LIM indipendentemente dal software autore.

Una sezione di questo sito sarà proprio dedicata a questo: a conoscere il software gratuito Open Sankorè attraverso semplici esercitazioni.

Link vai su