Ultima modifica: 27 agosto 2017
LIMparo > Accoglienza > Una scaglia come dono

Una scaglia come dono

La storia del pesciolino Arcobaleno ha come sfondo l’idea del dono agli altri: per il pesciolino più bello di tutti i mari all’inizio è difficile accettare l’idea di condividere, di fare dono di sè. Solo in seguito, sperimentata lo solitudine, capirà la bellezza di donarsi agli altri e la felicità che questo comporta.
Con gli alunni di classe quinta riflettiamo sull’importanza del vivere insieme nel gruppo e sull’importanza di arricchirsi interiormente facendo dono di sè agli altri.

Donarsi richiede fatica, impegno, capacità di assumersi responsabilità, ma aiuta a vivere meglio, a sentirsi parte integrante della classe affrontando le difficoltà e gli impegni di ogni giorno con gioia e vitalità.
Dopo il momento di riflessione invitiamo ciascuno a riflettere sui propri doni, sulle proprie capacità e a scegliere un dono da fare agli altri (la pazienza, la disponibilità, la collaborazione…. ) e a scriverlo dietro ad una scaglia che andrà a comporre il cartellone del pesciolino Arcobaleno che verrà appeso in classe.


 

Link vai su